Corso Ju Jitsu

Informazioni aggiuntive

  • Durata: 1 ora
  • Giorni: Martedì-Venerdi

Una lezione tipo di Ju Jitsu inizia col saluto (Rei)

Martedì e Venerdì dalle 16:30 alle 21:00

Il saluto iniziale, dove allievi e istruttori si sistemano in ordine gerarchico attorno al tatami,  crea di fatto una interruzione nelle normali attività quotidiane, invitando tutti i partecipanti ad entrare nel mondo dell'arte marziale.

Il riscaldamento occupa i primi dieci, quindici minuti della lezione. Allievi ed istruttori dedicano questi minuti al proprio corpo, eseguendo alcuni esercizi a corpo libero, mirati all'attivazione muscolare e circolatoria, al potenziamento della muscolatura, al miglioramento della resistenza fisica, nei limiti stabiliti dalle caratteristiche fisiche del singolo praticante. Al termine del riscaldamento si eseguono generalmente serie di "cadute" (ukemi) esercizi dove il praticante si lascia cadere a terra in diverse direzioni e con diverse modalità. Esistono diverse tipologie di esercizi all'interno di un normale svolgimento delle lezioni di Ju Jitsu, che si posso riassumere in due generi: singolo e a coppie. Il lavoro eseguito da soli è lo studio di una serie di movimenti che replicano situazioni di combattimento con  avversari simulati.  Il lavoro eseguito in coppia, di vario genere e applicazione, ha lo scopo, logicamente di insegnare il Ju-Jitsu.  

Il programma di Ju JItsu è di fatto piuttosto complesso e ampio per essere affrontato in una sola lezione, per cui nella lezione è l'istruttore che assegna l'argomento di studio agli allievi, aggiungendo nuovo materiale o facendo ripetere varie volte l'esercizio già imparato cercando di aiutare l'allievo a migliorarne l'esecuzione. In genere l'istruttore propone esercizi di vari gradi di difficoltà , dipendenti dalla preparazione degli allievi presenti alla lezione.

La lezione termina solitamente con un breve defaticamento, con stretching o corsa leggera, esercizi di rilassamento e quindi col saluto finale.